il milite ignoto: storie e destini di eroi leggendari

locandina AFCB I G 9H.jpg

Il 5 maggio 2018, nell'ambito delle Celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra, si è tenuta a Brescia, presso la sede degli Amici della Fondazione Civiltà Bresciana la presentazione a cura degli autori del libro "Il Milite Ignoto: storie e destini di Eroi sconosciuti" di Stefano Aluisini, Ezio Avaldi, Marco Cristini e Ruggero Dal Molin. Il volume, realizzato in una prestigiosa veste tipografica per un limitato numero di copie da Grafica Sette - Epta Editions, come il precedente presentato lo scorso 30 settembre intitolato "Dall'Isonzo al Grappa", vuole supportare il progetto di restauro del monumento ai Caduti nell'ex cimitero militare italiano di Kamno (Slovenia) avviato dal Comitato Memorie di Pietra della Grande Guerra di Bologna. La conferenza realizzata da UNUCI Brescia si è svolta utilizzando la nuova strumentazione multimediale messa a disposizione dalla Fondazione Civiltà Bresciana e nell'ambito delle attività 2018 per il Centenario della Grande Guerra organizzate dalla Prefettura di Brescia sotto il coordinamento di Assoarma (Col. Vanni Scacco) e per questo evento a cura della Presidenza UNUCI (Cap. Fant. ris. Andrea Polo). L'introduzione è stata curata dal Dott. Giacomo Bollini di Bologna che ha illustrato lo stato di avanzamento dei restauri del monumento di Kamno. L'esposizione successiva ha ripercorso poi alcuni dei temi trattati nel volume richiamandoli attraverso alcune letture interpretate per Ruggero Dal Molin da Ezio Avaldi, Marco Cristini ed Elena Avaldi mentre il commento alle immagini è stato a cura di Stefano Aluisini. E' stata così ripercorsa la vera storia del Milite Ignoto, dalla sua ricerca tra undici campi di battaglia fino al suo ritrovamento. Un capitolo del volume, a cura di Marco Cristini (attualmente dottorando in ricerca presso il Dipartimento Scienze dell'Antichità della Scuola Normale Superiore di Pisa) è inoltre riservato alla storia della Basilica di Aquileia dove tra undici corpi senza nome venne poi prescelto il soldato sconosciuto.

IMG_2109.JPG

Il viaggio che da qui portò il Milite Ignoto verso il Vittoriano si concluse all'Altare della Patria, monumento "bresciano" non solo per l'utilizzo del marmo "Botticino" nella sua costruzione ma anche e soprattutto per l'eccezionale opera del giovane scultore gardesano Angelo Zanelli del quale vengono richiamati i più significativi tratti in un reportage fotografico a colori con le immagini delle principali parti del "Vittoriano".  L'incontro, come del resto il libro stesso, si è concluso nel ricordo degli oltre 1.200 Soldati Bresciani dispersi nella Grande Guerra, altrettanti "Militi Ignoti", leggendo alcune motivazioni delle loro decorazioni al Valore. Grazie alla grande generosità dei tanti intervenuti, tutte le copie del libro portate in conferenza sono andate esaurite in pochi minuti; per le rimanenti informazioni presso:

memoriedipietra.grandeguerra@gmail.com

sez.brescia@unuci.org

memoriaestoria.it@gmail.com

 

Servizio fotografico Lifefotovideo Brescia - Esposizione reperti bellici delle due guerre mondiali a cura della Associazione Nazionale del Fante - Sezione di Prevalle (BS) - Ten. (ris.) Matteo Podavini. Si ringrazia per la consueta impeccabile organizzazione l'Associazione Amici della Fondazione Civiltà Bresciana - Dott.ssa Clotilde Castelli e il Carabiniere in Congedo Francesco Dalé.