REGIA GUARDIA DI FINANZA

Anche la Regia Guardia di Finanza, il corpo militare più antico dello Stato italiano, nato con la Legione Truppe Leggere alla fine del 1700, partecipa alla Grande Guerra.

Circa 12.000 Finanzieri (quasi la metà dell’organico del Corpo), inquadrati in 18 Battaglioni mobilitati, vengono schierati lungo tutto il fronte italiano con il medesimo equipaggiamento dei reparti Alpini; oltremare operano in Albania, in Libia e nel Dodecanneso.

La notte sul 24 maggio 1915 il primo colpo di fucile della Grande Guerra viene così esploso da un Finanziere che sventa l’attacco di alcuni genieri austriaci al ponte di Brazzano sullo Judrio.

I Finanzieri combatteranno duramente sul Podgora e sul Monte Sei Busi per essere poi travolti un anno dopo durante la “Strafexpedition” in Val d’Astico. Qui nei due drammatici tentativi di riconquista del Monte Cimone del luglio 2016 quasi tutti i Finanzieri offertisi per l'attacco non faranno ritorno. Le Fiamme Gialle si distingueranno inoltre sia tenendo la retroguardia nel ripiegamento da Caporetto che nella “battaglia di arresto” sul Piave da dove il VII e l’VIII Battaglione, durante la successiva “Battaglia del Solstizio”, si apriranno la strada per la vittoria finale. Di quelle dodicimila Fiamme Gialle, al termine del conflitto 2.500 mancheranno all’appello e i feriti saranno oltre 3.000. I Finanzieri furono così soldati tra i soldati e combatterono la Grande Guerra dal primo all’ultimo giorno, “... vedette insonni del confine. Le più avanzate e le più sole, sempre, perchè questo è il comando, il giuramento, il premio ..."

Fanti di Marina e Finanzieri impegnati lungo il Piave e il Sile nel 1918

Fanti di Marina e Finanzieri impegnati lungo il Piave e il Sile nel 1918

Postazione comando della Regia Guardia di Finanza nella zona dell'Altopiano di Asiago

Postazione comando della Regia Guardia di Finanza nella zona dell'Altopiano di Asiago

Finanzieri in visita al Sacrario del Grappa nel primo dopoguerra

Finanzieri in visita al Sacrario del Grappa nel primo dopoguerra

Purtroppo le immagini di Finanzieri nella Grande Guerra sono piuttosto rare e qui sopra sono esposte le uniche disponibili in Archivio. Non essendone pervenute altre, anche se richieste prima del lancio del sito, auspichiamo nel vostro contributo per arricchire questa pagina rendendo così onore al contributo delle Fiamme Gialle durante la Grande Guerra.