SACRARIO MILITARE DELLA S.S. TRINITA' (SCHIO)

Raccoglie le salme di cinquemila soldati morti nella Grande Guerra oltre alle lapidi di 265 Caduti scledensi scomparsi nel secondo conflitto mondiale e ai resti di 42 Caduti della Resistenza. Sorto vicino alla Chiesa della S.S. Trinità prima come cimitero di guerra, il 29 agosto 1926 venne visitato da Re Vittorio Emanuele III di ritorno dall'aver inaugurato l'Ossario del Pasubio. Il 26 ottobre 1930 sarà invece inaugurato l’attuale chiostro al riparo del quale furono poi tumulate definitivamente le salme. L’ultima ristrutturazione è stata conclusa il 24 giugno 1979 in occasione dell’anniversario della battaglia del Novegno. Fra i Caduti della Grande Guerra che vi riposano c’è anche il Caporale Maggiore Vincenzo Aluisini, 3° Reggimento Artiglieria da Montagna, ritrovato da Stefano Aluisini nel 2011 e la cui storia è di seguito raccontata in uno dei suoi articoli. Uniamo anche alcune immagini di un rarissimo libro sul Sacrario, di proprietà dell'Archivio Storico Dal Molin e presente nella sua sezione bibliografica.

Articolo pubblicato su Web Magazine Gazzetta della Spezia n. 02 - gennaio 2014