MONTELLO - NERVESA DELLA BATTAGLIA

Uno dei fulcri della Grande Guerra sul Piave e in particolare durante la “Battaglia del Solstizio” del giugno 1918. La cittadina di Nervesa venne rasa al suolo durante i combattimenti e fu detta da allora “della Battaglia”; ottenne la Medaglia d’Oro al Merito Civile poichè «centro strategicamente importante tra il Piave ed il Montello, durante la prima guerra mondiale, fu teatro di violenti scontri tra gli opposti schieramenti che causarono la morte di numerosi concittadini e la totale distruzione dell'abitato. La popolazione costretta allo sfollamento e all'evacuazione, nonché all'abbandono di tutti i beni personali, dovette trovare rifugio in zone più sicure, tra stenti e dure sofferenze. I sopravvissuti seppero reagire, con dignità e coraggio, agli orrori della guerra e affrontare, col ritorno alla pace, la difficile opera di ricostruzione. Ammirevole esempio di spirito di sacrificio ed amor patrio». Sul vicino Montello, a quota 207 m. sorge uno dei più importanti Sacrari Militari italiani che ha raccolto quasi diecimila Caduti tra centoventi cimiteri sparsi lungo tutto il corso del Piave.

Trincea italiana sulla strada per Nervesa della Battaglia

Trincea italiana sulla strada per Nervesa della Battaglia

Soldati italiani trincerati sul Montello

Soldati italiani trincerati sul Montello

I combattimenti infuriano sul Montello

I combattimenti infuriano sul Montello