I GIOVANI

Il messaggio principale dell’Archivio Storico Dal Molin, oltre a conservare e tutelare la memoria della Grande Guerra, è principalmente rivolto ai giovani verso i quali, anche tramite le nuove tecnologie, si vuole trasferire il ricordo di chi siamo e da dove veniamo.

E soprattutto l’invito a leggere e ascoltare quei ricordi, sia sul web che riscoprendo i tanti splendidi libri in materia sui quali fra queste pagine digitali si trovano molte utili indicazioni. Un canale privilegiato è riservato alla Scuola per la sua insostituibile funzione di formazione delle coscienze verso la quale l’Archivio Storico Dal Molin apre ogni forma di collaborazione. 

 

Questo bel volumetto del 2008 curato da Mario Busana e da Ruggero Dal Molin trae origine dall’omonima mostra fotografica di quell’anno commissionata dal Comune di Gallio. Con la prestigiosa introduzione a firma di Paolo Pozzato la pubblicazione, a carattere esclusivamente fotografico, illustra efficacemente il territorio di Gallio alternando immagini di quando venne investito dalla tempesta della Grande Guerra ad altre odierne. Il libro è inoltre impreziosito da stupende poesie di alunni delle scuole elementari e medie di Gallio che con le loro riflessioni dirette sulla Guerra e sulla Pace ci portano tutti all’essenziale e ai veri valori della Vita.

Ne ripropongo due:

 

Un giorno la guerra disse alla pace:

A che servi tu se ci sono io?

La pace rispose:

Io servo a far nascere un sorriso dove tu versi una lacrima ! 

Nicole, Maria Grazia, Stefania, classe 4ª elementare di Gallio

  Rovine di Gallio; sullo sfondo il Monte Longara

Rovine di Gallio; sullo sfondo il Monte Longara

  Giocavo con i soldatini,

ora i soldati distruggono i miei giochi.

Giocavo con gli amici,

ora gli spari li hanno trafitti.

 Sognavo un mondo colorato,

ora vedo un solo colore:

è il colore della guerra.

 Sognavo canzoni di gioia,

ora sento un solo rumore:

è il rumore della guerra.

Voglio continuare a giocare.

Voglio continuare a sognare.

Voglio continuare a Vivere!

 Alunni della classe 3ª media di Gallio

  Soldati italiani all'interno della chiesa di Gallio, distrutta dai bombardamenti

Soldati italiani all'interno della chiesa di Gallio, distrutta dai bombardamenti